La chiavetta usb e la sua utilità

Ormai non si può più farne senza soprattutto da quando i dispositivi mobile sono aumentati di numero permettendo anche di effettuare azioni che prima si potevano sognare solamente: la chiavetta usb è diventata proprio per questo indispensabile a chi ha bisogno di salvare file o di portarli sempre con sé. Vediamo insieme le mille utilità della chiavetta usb. Probabilmente oggi sono in pochi a chiamarla ancora chiavetta usb, dato che questo piccolo e portatile dispositivo è più conosciuto con il nome di pen drive, e si tratta più che di un dispositivo vero e proprio di un supporto informatico che non manca nelle borse o nelle tasche degli utenti più tecnologici. Infatti, ormai tutti usano a casa o in ufficio una chiavetta usb, prima di tutto perché si è rivelata fin da subito un supporto molto pratico da usare e maneggevole, ma la ragione principale è legata alla semplicità di utilizzo che permette praticamente a chiunque, che sia esperto o neofita del computer, di poterla sfruttare.

La chiavetta usb, infatti, serve principalmente per l’archiviazione o memorizzazione di diversi tipi di file e se collegata a un dispositivo mobile o al computer permette il trasferimento di questi file da un supporto all’altro in modo rapido e indolore. Infatti per la chiavetta si tratta semplicemente di un’archiviazione di dati temporanea, proprio perché questi ultimi verranno poi ricopiati o trasferiti direttamente su un dispositivo principale, come un computer, ma anche su uno smartphone o su un tablet. Accade sempre più spesso, per esempio, di dover trasferire file di lavoro da un computer all’altro dell’ufficio o dal proprio computer in ufficio a quello che si utilizza a casa per poter continuare il lavoro durante trasferte e fine settimana e non c’è niente di più pratico che farlo tramite la chiavetta.
come usare la pen drive

Talvolta è possibile che la chiavetta venga usata anche per un’archiviazione dei file più lunga nel tempo, perché magari si tratta di dati che servono per un certo periodo o che vengono rielaborati da più persone per cui il supporto della chiavetta si rivela utile per non doverli salvare su un supporto fisso. Sebbene oggi si possano utilizzare anche piattaforme di condivisione di file, la chiavetta resta un mezzo molto usato soprattutto se i file sono numericamente pochi. Infatti, la condivisione in spazi virtuali è più idonea per moli di dati particolarmente gravose che, appunto, non si potrebbe condividere con una semplice chiavetta o per dati che devono essere consultati da più di due persone dello stesso ufficio o reparto. In ogni caso la pen drive usb si rivela un sistema infallibile di trasmissione dei dati. Viste le sue dimensioni particolarmente mini, la pen drive può essere portata ovunque con sé in modo facile e comodo senza dover prendere troppe precauzioni, inoltre è molto sfruttata anche per una memorizzazione dei file se non si dispone di abbastanza spazio sull’hard disk del proprio computer.

Dimensioni…

Le sue dimensioni permettono di attaccare la pen drive anche al portachiavi, di metterla in borsa o anche in tasca senza correre il rischio di perderla e portando sempre con sé quando servono, le informazioni in essa contenute. Oggi inoltre, sulle pen drive è possibile salvare centinaia di programmi subito pronti da usare e che si possono anche installare sul dispositivo principale perché non si hanno più problemi di capacità: ci sono diversi modelli di pen drive sul mercato che possono ospitare giga e giga di file e quindi anche software più pesanti possono essere salvati su una pen drive che gode di una capacità di diversi gigabyte.